“CONCERTI AL CASTELLO 2019”

Ritornano i Concerti al Castello : Dal 6 aprile al 21 luglio 19 appuntamenti nei più affascinanti Castelli della Regione

Ritornano come ogni primavera , gli appuntamenti con la musica da camera di “Concerti al Castello”. Sono previsti 19 appuntamenti nei più bei castelli del Friuli-Venezia Giulia , con cadenza settimanale nel week-end , sino al 21 luglio, con musicisti provenienti da tutta Italia, Austria, Francia, Croazia, Polonia, Spagna.

La manifestazione, giunta alla nona edizione, si svolge grazie al contributo della Regione FVG-Cultura, della Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali e di Banca Mediolanum.

CELEBRAZIONI 500° anniversario dalla morte di LEONARDO

Si inizia sabato 6 aprile a Miramare con un Omaggio a Leonardo da Vinci :  cantante, musicista, ideatore di strumenti musicali : il più grande genio della storia aveva un rapporto artistico e creativo molto forte con la musica . Pare che Leonardo da Vinci (1452-1519) fosse un musicista di “rara” abilità , nonché valido poeta, compositore e cantante. I biografi ci dicono che suonava ( e insegnava ) la lira, nobile strumento che nel mito classico era prerogativa di Orfeo e della musa Erato.   Leonardo fu anche un altrettanto eccellente uomo di Lettere, tant’è vero che la sua prosa è giudicata tra le migliori del Rinascimento italiano poiché lontana da retorica e artificio, ricca di colore e di concisione, perfettamente aderente al reale.

Concerti al Castello 2019 si aprirà il 6 aprile al Castello di Miramare con un programma dal titolo “Da Leonardo a Orfeo : Poesia e Musica nelle Corti italiane fra ‘500 e ‘600”, con un percorso tra musica e poesia nelle Corti rinascimentali italiane , per un periodo che va da Leonardo a Monteverdi. Esecutori Silvia Martinelli, soprano e voce recitante e Andrea Trovato al clavicembalo, con musiche di Marenzio, Cavazzoni, Gabrieli, Peri, Frescobaldi, Cesti, Diruta

Inoltre il concerto del 22 giugno al Castello di Muggia dal titolo “Leonardo tra musica e letteratura” farà luce proprio su tali ambiti, con l’obiettivo di approfondire e condividere aspetti inconsueti, ma sicuramente non  meno affascinanti o meno geniali rispetto a quelli da sempre celebrati. Attraverso l’ascolto di aforismi, novelle, pensieri, poesie prenderanno vita la cultura, l’originalità, la contemporaneità di Leonardo, con particolare attenzione all’arguto sguardo rivolto alla Natura e ai suoi elementi, acqua, aria, fuoco, piante, animali, dove, a proposito di contemporaneità, “l’uomo” – sottolinea Leonardo – è “il guastatore di ogni cosa creata”. Le preziose, garbate pagine musicali di Età rinascimentale, protagoniste del  concerto, appartengono in parte allo stesso Leonardo, come il magico rebus “Sol La Mi Fa Sol-licita” e saranno eseguite rigorosamente su strumenti storici, tra cui la Traversa rinascimentale, la  Tiorba e il Liuto, che ben rievocano le atmosfere delle esecuzioni a corte all’epoca di Leonardo. Il progetto si prefigge, inoltre, di cogliere e di evidenziare le novità, sia sul piano musicale sia sul piano letterario, nel passaggio dal Rinascimento al Barocco, attraverso ricercate composizioni musicali, eseguite con flauto  e arciliuto, di compositori come Clément Janequin, Andrea Falconiero, Johannes Kapsberger, Leonardo Vinci e la lettura di alcuni testi del celebre poeta barocco Giovan Battista Marino. Ubaldo Rosso al flauto dolce e Maurizio Piantelli al liuto, tiorba arciliuto.

Essendo in un Castello viene inoltre spontaneo pensare alle numerose macchine da guerra e da difesa ideate dal Genio di Vinci, nonché ad altre particolari invenzioni tra cui strumenti musicali, che saranno presenti  in numerose stampe esposte nei vari ambienti della dimora fortificata.

Il concerto del 27 aprile a Miramare avrà inoltre come protagonista la fisarmonica, suonata da Sergio Scappini, diretta discendente di un ulteriore invenzione leonardesca : la fisarmonica con mantice a mano ideata da Leonardo 500 anni fa.

“Concerti al Castello” approda quindi alla sua nona edizione . La rassegna di musica da camera è nata nel 2011 per il piacere di fare e ascoltar musica nelle più belle sale dei Castelli di cui la nostra Regione è particolarmente ricca,  con il massimo coinvolgimento del pubblico che viene a trovarsi a stretto contatto con gli esecutori.   L’assenza di un palcoscenico , come invece nelle usuali Sale da concerto, è volta a favorire l’interazione e l’intimità che si vengono a creare tra gli spettatori e gli artisti, offrendo l’emozione di vivere il concerto nel modo più pieno, partecipandovi in prima persona.

L’Associazione “Arte e Musica” ha ripreso in campo culturale quella che era felice consuetudine nell’800 : il “musizieren”(far musica) tra le mura domestiche, e non solo a livello nobiliare , in modo quindi più informale e spontaneo, e stimolando anche un momento di condivisione e confronto a fine concerto.

Tale formula conviviale è stata vieppiù estesa negli scorsi anni e specialmente in quest’ultima edizione, anche ad altre splendide realtà di cui la nostra Regione è particolarmente ricca : sono infatti circa 200 le dimore fortificate presenti in Friuli-Venezia Giulia, veri e propri castelli o abitazioni signorili, comunque ricche di fascino e con un’aura romantica e suggestiva, luoghi vocati all’intrattenimento culturale, con un’ambientazione storica ed architettonica eccellenti che inducono nel pubblico una full immersion per arte , storia e cultura .

Si è di conseguenza nel tempo resa evidente pure la valenza turistica di “Concerti al Castello”, che con la sua regolare cadenza settimanale dei concerti nel week-end copre un’arco di tre mesi nella stagione più propizia , partendo da Miramare a Trieste per librarsi poi in un suggestivo tour della Regione : al Castello di Strassoldo, a Palazzo Lantieri a Gorizia, al Castello di Colloredo di Monte Albano, alla Casaforte “La Brunelde” di Fagagna, al Castello di Muggia, al Castello di Duino e infine una breve ma significativa tappa oltreconfine nell’affascinante settecentesco Castello di Zemono in Slovenia,.

Il repertorio dei concerti abbraccia un arco di tre secoli di musica da camera, giungendo sino ai nostri giorni e alternando i classici con alcuni programmi “Cross-Over” . Dopo alcuni concerti il momento conviviale sarà arricchito dall’offerta di vini di produzione regionale.

Ingresso a offerta .

 

Sabato 6 aprile ore 19.30  Castello di Miramare – Trieste

 

-info Associazione “Arte e Musica”   tel.  328 9514550

www.associazionearteemusica.it        Facebook : Associazione culturale Arte e Musica

 

Ti servono informazioni specifiche?