“MANET e MASSIMILIANO. Un incontro multimediale”

Le sScuderie del Castello di Miramare a Trieste ospitano dal 12 maggio un nuovo itinerario espositivo : “MANET e MASSIMILIANO. Un incontro multimediale” .

Dopo le celebrazioni dei 150 anni dalla morte di Massimiliano d’Asburgo, fratello minore dell’Imperatore d’Austria Francesco Giuseppe, Miramare propone un percorso immersivo e “multimediale”, che da vita all’incontro impossibile tra l’imperatore del Messico, fucilato il 19 giugno 1867, ed Édouard Manet, il grande pittore francese che, indignato dalla vicenda, denunciò con la sua pittura le responsabilità dell’imperialismo francese.

Il visitatore è trasportato all’interno di questa  pagina di storia, nri luoghi che l’hanno scandita, da Miramare al Messico a Parigi, grazie a una dimensione immersiva di suoni, proiezioni e ambienti ricreati.

Ad accompagnarci in questo flashback virtuale, è la narrazione teatrale ideata dallo sceneggiatore Alessandro Sisti e recitata da Lorenzo Acquaviva, che nei panni di Massimiliano fa rivivere le emozioni e le contraddizioni di questa trama.

La “multimedialità” è al centro di questa rievocazione, instaurandosi su più livelli di lettura, non solo per l’evidente relazione tra il racconto digitale e l’ambiente di Miramare in cui questo viaggio viene “rivissuto”, con un pizzico di magia.

Dai giornali, attraverso cui Manet viene a conoscenza della tragica fine di Massimiliano, alla pittura come mezzo di denuncia capace di aprire un acceso dibattito sulla censura – che fu animato peraltro dallo scrittore Émile Zola e coinvolse figure come Giosuè Carducci e Franz Listz -, dalla narrazione scenografica e potente ai video finali di due artisti messicani che ci riporteranno all’oggi.

INFO E ORARI

CASTELLO DI MIRAMARE

 

Ti servono informazioni specifiche?