Triesteantiqua: 34esima edizione della mostra

Trentaquattro anni consecutivi rappresentano un traguardo temporale che pochi altri eventi – in questo settore – possono vantare. E’ anche per questo motivo che Triesteantiqua, la mostra di antiquariato che si terrà nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia dal 29 ottobre al 6 novembre prossimi, costituisce uno degli appuntamenti da non perdere nel florido autunno di una regione capace di calamitare l’interesse dei cultori di arte, storia e cultura antica di tutta Italia.

Esistono numerosi motivi per visitare Triesteantiqua. La qualità dell’esposizione, innanzitutto, è l’attrattiva principale per un “passaggio” nella città di San Giusto. Il classico filone di antiquariato austro-ungarico è una costante, con mobilio ed argenti ottocenteschi che sempre affascinano la platea, ma accanto ai materiali asburgici ampio spazio sarà garantito al liberty e ad altre epoche storiche di primaria importanza. Mobili, dipinti, sculture, tappeti, ceramiche, gioielli, stampe, disegni, orologi antichi e rarità numismatiche faranno bella mostra nell’incantevole cornice del Salone degli Incanti, in tutta la sua bellezza architettonica e valenza storico-culturale. La sua posizione, lungo le Rive a pochi metri da piazza Unità, da dove si ammira uno scorcio unico dell’alto Adriatico, conferisce alla manifestazione ulteriore prestigio.

L’altro motivo peculiare per una visita alla mostra è rappresentato dall’attrattiva di una città – Trieste – che nell’ultimo decennio ha conosciuto un boom turistico eccezionale. La sua specificità artistica, i suoi panorami mozzafiato e le sue unicità enogastronomiche ne fanno ormai una delle mete più apprezzate di tutto il Paese.

Alla trentaquattresima edizione di Triesteantiqua parteciperanno una cinquantina di espositori provenienti da tutta Italia e dalle nazioni contermini del centro e dell’est Europa. E proprio questo è il terzo fattore che ogni anno spinge migliaia di visitatori alla kermesse: alla fiera triestina si ricostituisce infatti in una mostra unica nel suo genere quella multiculturalità che nella città di Svevo e Saba ha trovato la sua massima espressione. Lo stesso “melting pot” che – peraltro – si riscontra ogni anno fra i visitatori della Mostra, provenienti da Slovenia, Austria, Croazia, Ungheria ed altri Paesi della Mitteleuropa, senza dimenticare i numerosi visitatori nazionali che non mancano mai all’evento.

Nell’ambito della Mostra, come ogni anno, trovano spazio, poi, anche gli eventi collaterali. La  mostra con finalità benefiche organizzata dall’A.I.R.C. comitato F.V.G. dal titolo “La ricerca e la cura nel tempo” nella quale verranno esposti alcuni strumenti e apparecchi sanitari che ripercorrono l’evoluzione straordinaria della medicina moderna e che fanno parte del Museo delle Scienze Sanitarie. La seconda mostra collaterale consisterà in una esposizione di immagini di vita quotidiana nelle principali piazze e vie nella Trieste di fine 800/inizio 900, scoperte casualmente in un mercatino e provenienti dalla collezione del giornalista Claudio Ernè,  rappresenterà sicuramente un’altra attrattiva nel Salone degli Incanti. Inoltre, sono previste una serie di conferenze sui temi dell’arte e dell’antiquariato e altre attività collaterali di natura culturale  che renderanno la Mostra ancor più interessante e godibile per i visitatori.

Infine, verranno proposte delle degustazioni durante le quali sarà possibile apprezzare i migliori prodotti enogastronomici del territorio triestino, certamente un gradito trait d’union fra le prestigiose collezioni antiquarie della Mostra e le più prelibate golosità della provincia triestina.

La Mostra è organizzata dal Consorzio Promotrieste in collaborazione con l’Associazione Antiquari del Friuli Venezia Giulia, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione CRTrieste.

Triesteantiqua, lo ricordiamo, inizierà sabato 29 ottobre e si concluderà domenica 6 novembre. Gli orari sono i seguenti: dalle 10 alle 20 (continuato) nei festivi e prefestivi (compresi 1° e 3 novembre), dalle 15 alle 20 durante la settimana. L’evento non è solo espositivo, ma si configura come una vera e propria mostra-mercato: i cultori della materia ma anche i semplici curiosi potranno trovare migliaia di oggetti per tutti i gusti e per tutte le tasche. Da portare a casa per un bel regalo di fine anno.

Ti servono informazioni specifiche?